Acne in età adulta: riguarda soprattutto le donne

Acne in età adulta

Acne è spesso associata con l’età adolescenziale. Ma se l’età è già di più di venti cinque anni e i brufoli cominciano a comparire tra le prime rughe, qualcosa non è a posto. Questo fenomeno è sempre più comune e si chiama, siccome è prevalente dalle donne, “acne di donne adulte“, in latino acne postpubertalis.

L’acne è una delle malattie più comuni della pelle, nell’adolescenza l’ha avuto il 90 per cento di persone. Acne più severa dei brufoli “normali“ degli adolescenti, ha il 15 per cento di essi. I problemi cominciano a placarsi in circa 20 anni di età.

Tuttavia in età adulta molti ancora combattono l’acne, per esempio, nel gruppo di donne quarantenni soffre di acne il 5 per cento di esse – è un fenomeno che i dermatologi prima non incontravano così spesso come oggi. Nonostante ciò, non esiste nessun collegamento tra l’acne in adolescenza e quello in età adulta. Si può trattare della continuazione dei problemi cominciati nell’adolescenza, ma in alcuni casi l’acne comincia ad apparire intorno ai 20 anni o più tardi.

Gli scienziati per adesso non sanno di che cosa si tratta. Alcuni credono, che l’apparizione dell’acne in età più avanzata sia associato con lo spostamento dell’età della prima gravidanza. Gli organismi delle generazioni di donne contemporanee non si sono semplicemente ancora abituati a tale cambiamento.

Acne di donne adulte non sembra come quello classico “adolescente“. Di solito è colpito soltanto il mento, spesso anche l’area attorno ai solchi tra il naso e la bocca e raramente altrove. Di solito non si manifesta con i soliti e distinti “brufoli adolescenziali“ o punti neri, ma piuttosto con piccoli fagottini nascosti in profondità della pelle. La condizione della pelle peggiora significativamente prima della mestruazione.

I risultati degli esami ormonali sono nella maggior parte dei casi nei limiti normali, ma nella metà dei casi ci sono piccole deviazioni – soprattutto si tratta della predominanza dell’ormone sessuale maschile (testosterone), che stimola l’attività delle ghiandole sebacee.

La cura dell’acne degli adulti è di solito un processo lungo, le donne adulte di solito rispondono molto poco al trattamento esterno. Inoltre, molti prodotti sono soprattutto all’inizio del trattamento molto aggressivi per la pelle e possono notevolmente irritarla. Il motivo non è solo nei prodotti, ma anche nel fatto, che la pelle delle donne adulte attorno ai 30 anni di età comincia ad essere molto più sensibile. Inoltre possono causare danno anche alcuni prodotti cosmetici – per esempio creme solari, lozioni o fondotinta, che non sono destinati alla pelle con acne possono ancora aggravare l’intero stato o addirittura causare la cosiddetta acne cosmetica.  In Europa esistono cosmetici con i cosiddetti comedogeni, sostanze che contribuiscono alla formazione di acne, e i cui le donne che soffrono di acne dovrebbero evitare e piuttosto utilizzare cosmetici progettati per la pelle con acne.

Il dispositivo Face-Up! può aiutare a significativamente ridurre l’uso di prodotti dermatologici speciali o di farmacoterapia, siccome è in grado di combattere efficacemente anche contro l’acne delle donne adulte. Non è mai troppo tardi.