I brufoli non sono soltanto un problema dei giovani e degli adulti. Acne neonatale affligge molti bambini

I brufoli non sono soltanto un problema dei giovani e degli adulti. Acne neonatale affligge molti bambini

Ha la pelle come un neonato, si dice, e s’intende una pelle perfetta dei bambini piccoli. Molti genitori hanno sperimentato qualche volta una sgradevole sorpresa, quando la pelle delicata del loro bambino è stata coperta da un’eruzione cutanea. La causa più comune è nota come acne neonatale che compare sul viso e corpo dei neonati di un paio di giorni e può affliggere i bambini fino all’età di sei o otto mesi.

Quali sono le cause dell’acne neonatale?

Anche se l’eruzione è completamente di origine fisiologica, l’eziologia esatta non è nota. Alcuni studi suggeriscono un legame con lo sviluppo prenatale e il livello degli ormoni androgeni nel corpo della madre e del bambino. L’acne può in alcuni casi presentarsi con brufoli infiammati e vescichette, che non sono di origine infiammatoria o allergenica. Allo stesso modo non si è dimostrato il legame tra le abitudini alimentari delle madri che allattano, o la composizione del latte artificiale.

L’eruzione colpisce i ragazzi più spesso che le ragazze

L’acne neonatale si verifica molto spesso, e in entrambi i sessi. Le statistiche, tuttavia, mostrano che, mentre un’eruzione affligge circa un terzo delle ragazze, si manifesta sui ragazzi nella metà dei casi. È stato anche scoperto che i bambini che soffrono di acne avevano un elevato peso alla nascita e ricevono una dieta mista o il sostituto del latte. Più spesso si verifica anche quando i bambini soffrono di problemi digestivi (gonfiore e colica del neonato).

Come si manifesta l’acne?

L’acne appare di solito in forma di macchie rosse, che possono apparire sul viso, corpo e a volta anche sulle mani e piedi. Le macchie reagiscono alla pressione (l’area afflitta diventa bianca dopo una leggera pressione). Particolarmente comuni sono le papule infiammate che sono piene di pus o liquido opaco. Macchie, brufoli e vesciche variano in forma e dimensione e possono apparire e completamente scomparire entro poche ore. Le manifestazioni al contrario peggiorano se il bambino piange per lungo tempo. Durante la diagnosi è importante concentrarsi sulla condizione globale del bambino, che a parte dell’eruzione non dovrebbe avere la febbre o sembrare irritato. In caso di dubbi è sempre necessario cercare assistenza medica professionale.

Trattamento di acne neonatale

L’acne neonatale non richiede nessun trattamento specifico e nella maggioranza dei casi regredisce spontaneamente. La pelle dei bambini è molto sensibile, e la sua permeabilità è diversa da quella di un adulto. Per questo non bisogna utilizzare prodotti destinati al trattamento di acne in adolescenti e adulti.

La pelle del bambino deve essere lavata con un sapone delicato senza profumo ed è importante a resistere alla tentazione di spremere i brufoli o grattarli via.

Questo tipo di eruzione non lascia conseguenze a lungo termine e in genere scomparisce nel giro di pochi giorni o settimane. La ricaduta occorre raramente. Se l’eruzione appare ripetutamente, si consiglia di consultare un pediatra o un dermatologo, che poi esclude l’associazione con la pelle cronicamente secca, eczema o altri problemi della pelle che richiedono una terapia mirata a lungo termine.