Tutto il mondo è interessato nella ricerca del scienziato ceco, il dispositivo Face-Up! entra sul mercato in dieci paesi in tre continenti

È iniziato dieci anni fa dalla pura curiosità di uno scienziato di Brno. Seguita da molti anni di ricerca e verificazione in pratica. E il risultato è Face-Up! Per il dispositivo, che i primi pazienti hanno cominciato a utilizzare nel mese di aprile di quest’anno, è scoppiato un grande interesse in tutto il mondo.

Sul mercato ceco è apparso il dispositivo chiamato Face-Up! ai primi di aprile. L’apparecchio che come primo al mondo combina il campo magnetico e la luce e il calore, e stato da allora acquistato per uso domestico da migliaia di persone. E all’estero è scoppiato per esso un grande interesse.

“Non ce lo aspettavamo,” dice Michal Rampl, figlio dello scienziato Ivan Rampl, che ha trasferito in pratica i risultati della ricerca di suo padre. “Quando ci siamo rivolti in primavera ai primi dermatologi per provare il dispositivo, non hanno mostrato molto interesse. Perciò eravamo ancora più sorpresi per una così forte domanda dall’estero,“ aggiunge Rampl.

La prima grande reazione da parte del mondo hanno notato Ivan e Michal Rampl a settembre dopo la più grande fiera di cosmetici e medicina  Pharmed & Healthcare in Vietnam, dove hanno introdotto insieme al partner vietnamite  il prodotto unico chiamato Face-Up!. Secondo gli organizzatori della fiera il dispositivo è stato uno degli apparecchi più popolari tra le novità innovative della fiera sia tra i visitatori che tra i professionisti.

Società ceca con sei impiegati conquista il mondo

Oggi, due mesi dopo, l’azienda con sei impiegati entra sul mercato slovacco. Dall’anno prossimo i dispositivi saranno venduti in Germania, Italia, Francia, Spagna, Thailandia, Arabia Saudita, Canada e Stati Uniti. “Siamo poco prima di firmare la concessionaria, facciamo ultimi ritocchi sui dettagli,“ dice Rampl.

Il risultato della ricerca del padre, docente Ivan Rampl, è una tecnologia unica, che permette al campo magnetico pulsato ad agire soltanto ad una profondità di 5 millimetri e così rendere possibile ad usare il dispositivo nell’area della testa. Il metodo è brevettato in tutto il mondo.

Il perfezionamento del dispositivo Face-Up! nell’aspetto adatto per uso domestico non era così semplice. Il dispositivo aveva diversi stadi di sviluppo, da una grande macchina a stelo con una maschera collegata fino ad un predecessore molto più grande della versione attuale. “Abbiamo esperienza con lo sviluppo di tecnologie per l’industria automobilistica. Per questo ci siamo messi a modificare il design e la tecnologia di produzione del dispositivo. L’aspetto finale di  Face-Up! è nato in gennaio di quest’anno. Abbiamo lavorato su di esso per sei mesi,“ dice Michal Rampl.

Invenzione ceca rimarrà nella Repubblica Ceca

Il successo non è accidentale. Il progetto dello scienziato Ivan Rampl è stato accettato per l’innovativi nel centro biotecnologico INBIT a Brno, dove si è svolta la fase finale dello sviluppo di Face-Up! L’azienda vuole rimanere in Repubblica Ceca. “Non vogliamo spostare la produzione o vendere la tecnologia in Cina, né abbiamo paura della lobby farmaceutica,“ dice con un sorriso Michal Rampl e aggiunge: “siamo una società ceca e così rimarremo. Ora stanno terminando le preparazioni dei nuovi  stabilimenti produttivi a Brno.“ La società Enjoy Trade ha in programma per il prossimo anno di creare 30 nuovi posti di lavoro.

Funziona?

Anche il feedback da parte delle persone sull’efficacia del dispositivo è generalmente positivo. “Il metodo si basa su una base scientifica, nel contesto della ricerca è stato con successo testato a lungo termine in Pilsen presso la facoltà di Medicina dell’Università di Carlo,“ dice Ivan Rampl. “Secondo la reazione delle persone, che ci scrivono la loro specifica esperienza, vorrei raccomandare di non avere fretta con il trattamento. Ogni persona è unica, ad alcuni l’acne comincia a sparire dopo una settimana, per altri gli effetti sono visibili per esempio in tre settimane. Dipende dalla gravità e la durata di acne,“ dice lo scienziato. Esperienze concrete di persone potete trovare suwww.facebook.com/faceupCZ.